Il miglior regalo

CIAO, QUESTO BLOG HA TRASLOCATO
CLICCA QUI

Da qualche anno – con l’approssimarsi del Natale – invio al parentado tutto messaggini mica-tanto-subliminali sul fatto che apprezzerei tantissimo qualcosa da addentare e masticare, per un duplice motivo: la gola e lo spazio in casa, praticamente esaurito. E anche per evitare di dover indossare un falso sorriso ed un falso grazieeeeee.

Tanta la gioia nel ricevere da Duccio, cuginetto della mia dolce metà emigrato in Emilia – nonchè uno dei 7 lettori di questo blog – quel bel cotechino di macelleria che si vede qui sopra, messo subito sottovuoto, in attesa di trovare il weekend perfetto per dargli degna cottura. E dire che il messaggini mica-tanto-subliminali non gli erano neanche stati inviati! E cotechini del genere non sono proprio comunissimi a Roma – men che meno Napoli – per cui merita una cottura adeguata, a bassa temperature e lenta. Molto lenta.

Nel weekend piovoso di turno, ho messo il cotechino in un sacchetto sottovuoto, immergendolo poi in acqua in una cocotte che ho infornato – col suo copercho – ad 80°, lasciandolo al calduccio per circa 16h; poi ho abbattuto rapidamente, immergendolo in acqua e ghiaccio. Il giorno dopo ho lasciato il sacchetto a bagnomaria per un paio d’ore, il tempo di preparare una spuma di barbabietola rossa: ho frullato e filtrato all’etamine una barbabietola cotta al vapore, addensato con 0,7 gr di agar-agar per 150 ml di polpa e messo nel sifone, lasciando riposare almeno 2h in firgo. Ammetto che avrei preferito una spuma più consistente, quindi la prossima volta, 1 gr di agar-agar.

Degna cottura – carne che si scioglieva in bocca – e degno impiattamento con mostarda di frutta, senape a l’ancienne, spuma di barbabietola rossa e qualche goccia di balsamico tradizionale. Tutti prodotti di stagione :)

About these ads

6 Risposte to “Il miglior regalo”

  1. Ed io che speravo…in una spuma di peperoni! :P aahahahahahaah
    Ottima idea quella dei msg con le richieste edibili…solo che se a te arrivano delle prelibatezze io per la fama di “morto di fame”” che mi trascino dietro…mi arriverebbero forse tutte le creme al formaggio di qualche multinazionale del food :P ahahahahaah
    PS
    Scambio mele per prossimo cotechino in arrivo :)

  2. Considerando che sono uno degli altri 6 lettori, non e’ che con questo post volevi far notare che non ti ho fatto il regalo???? :-)

  3. La penso anch’io esattamente come te, roba da mangiare sempre!

    All’aiuto cuoco cubano di ritorno in patria per Natale ho chiesto una semplice bottiglia di rum.
    Quand’è rientrato dicendo che aveva un “presentino” per me ho dato per scontato che si trattasse della mia bottiglia….invece ha sfoderato un braccialettino di corda con una targhetta di finta pietra con scritto Cuba!!

    Ma scherziamo e il rum dov’è?? Avrei voluto spaccargli la faccia o perlomeno licenziarlo.
    Purtroppo non posso….sono dipendente anch’io:((((

  4. ah ah ah … imperdonabile

  5. io che vivo nella terra dei cachi e dei cotechini confesso di non aver mai pensato di mangiarlo con altro che non fosse purè di patate. la mia cottura è a vapore di sangiovese, lentissima e per il prossimo Natale provvederò a soddisfare i tuoi messaggi ;)

  6. Al vapore di Sangiovese pensavo si cimentasse solo Bottura :)
    Ti sarò sempre debitore di mozzarelle allora … però ti tocca “scendere” da queste parti.

I commenti sono chiusi.

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 39 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: