Il SUSCI di Moreno Cedroni

Vengo da una città di mare, Napoli, con degli splendidi quartieri che affacciano nel golfo, tre isole splendide anch’esse a contorno e una serie di paesini verso i Campi Flegrei (leggi Pozzuoli, Baia, Bacoli) che possono riconciliarti con la vita.

CLANDESTINO SUSCIBAR

La premessa per dire che di ristoranti belli sul mare ne ho visti e purtroppo, un commento frequente al momento di dover pagare è “che ti fanno pagare il posto” anche a fronte di una cucina mediocre. Beh, se anche Moreno Cedroni volesse applicare lo stesso principio, altro che 85 € per commensale …


Il locale – più un chiosco con cambio di destinazione d’uso – si trova su una piccola baia a Portonovo, e vi si accede dopo una passeggiata di 500m nella macchia mediterranea. La baia poi sembra quasi proprietà privata tanto è piccina e l’ex chiosco di legno ha luci soffuse ed impatto ambientale veramente basso.

 
Nessun formalismo, ma un ambiente molto post-spiaggia, con una mise-en-place originale ed una gran professionalità, sia da parte di chi si affatica alla preparazione dei piatti – a vista – sia da parte di chi serve ai tavoli.


Dopo tanta strada fatta per arrivare fin qui, non possiamo che prendere il menù degustazione intitolato SUSCI A COLORI, del costo di 85 € che qui riporto:

2009 – VERDE: Menta, lime, sakè e velenosi brut
2009 – FUCSIA: Tonno, barbabietola e melograno
2009 – BLU: Seppia, cavolo e patata viola
2009 – NERO: Capesante, fagiolo nero, sesamo nero, cenere
2009 – GIALLO: Spinosini alle vongole e buccia di limone
2009 – BIANCO: Il baccalà che salo io, cocco, daikon e quinoa agrodolce
2009 – VERDE: gelato thai, ananas, strusel al pistacchio, cocco e pompelmo

VERDE: Menta, lime, sakè e velenosi brut
Si inizia giocando, con un aperitivo da gustare con lo spazzolino da denti, servito nell’apposito tubetto del dentifricio, su cui bere un ottimo drink.

FUCSIA : Tonno, barbabietola e melograno
Gran materia prima – come in tutti gli altri piatti – ed ottimi accostamenti. I miei denti sensibili però accusano la granita di melograno

BLU: Seppia, cavolo e patata viola
Forse il piatto più deludente – se proprio devo sceglierne uno. Cottura perfetta della seppia che letteralmente si scioglieva in bocca.


NERO: Capesante, fagiolo nero, sesamo nero, cenere
Un piatto magnifico, saporito ed originale negli accostamenti.


GIALLO: Spinosini alle vongole e buccia di limone
Io personalmente ne avrei mangiate altri 15 di queste tazze, con una sorta di carbonara ottenuta emulsionando olio ed olio essenziale di limone, con vongole crude e cotte. Buo-nis-si-mo.


BIANCO: Il baccalà che salo io, cocco, daikon e quinoa agrodolce
And the winner is … un baccalà di una consistenza perfetta, in un abbinamento perfetto con il latte di cocco, la quinoa (ed anche un po’ di cipolla).


VERDE: gelato thai, ananas, strusel al pistacchio, cocco e pompelmo
Un gelato allo zenzero sorprendente per bontà, ben abbinato con frutta fresca e secca.


Il menù degustazione – sebbene con porzioni ridotte – consente di assaggiare una verticale delle creazioni di Cedroni, davvero valide. Se poi ci si aggiunge la baia, il relax, lo sciabordio del mare ed il frinire dei grilli, avrete tanti buoni motivi per prenotare un tavolo qui.

(+) il luogo è davvero bello
(-) magari porzioni un pochino – ma poco – più consistenti

CLANDESTINO Suscibar
Località Baia di Portonovo – 60100 Ancona
Tel e Fax: +39 071.801422
info@madonninadelpescatore.it

Visitato il 23 maggio 2009
La spesa per persona è stata di 85 € per il menù degustazione, 9 € per la birra artigianale e 5 € per un calice di bianco.

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: