La pizza in riva al mare

Ebbene si … si può. Si possono mettere assieme 9 tra i maggiori pizzaioli italiani – pazienza che molti vengano dal sud. Si può scegliere una bellissima “lochesciòn” che guardi il meraviglioso cono del Vesuvio. Si possono trasportare dei forni a legna in riva al mare, anche a rischio di far cappottare una gru. Quando si dice “la caparbietà”. E trascorrere una bella – quasi elegante – serata in compagnia di amici, giornalisti e pizzaioli. E’ la prima (?) edizione di a’Pizza e il suo deus-ex-machina è Maurizio Cortese, questo signore qui.

Sulla pizza si è già detto e scritto molto; dei pizzaioli protagonisti si sa praticamente tutto, anche il numero di piede. Serviva il passo successivo: metterli tutti assieme e farli incontrare col pubblico, nel corso di una bella serata tra amici.

Per dovere di cronaca, gli assaggi sono stati tanti e tutti buoni; la mia menzione d’onore è per la pizza della Gatta Mangiona, nata da un’idea di Igles Corelli: poca mozzarella, pomodori confit, erbe e fiori eduli. Ma tutti gli altri non sono stati da meno; la masto Nicola dei fratelli Pepe, un pomodoro psichedelico per Coccia o la straclassica metrata di pizza Vicana.

Per uscire dal tema pizza, come non menzionare gli involtini di melanzana de i Curti, o il conciato romano di Manuel …

… salumi di nero Casertano di Meo e la Lingua col piercing di Bonci …

… le arancine alla genovese della Gatta Mangione e la chiusura in bellezza con le candele del Pastificio dei campi al ragù di Scarselli.

Direi che a’Pizza ha gettato le basi per un solido futuro!

Ah, quasi dimenticavo … pare, sembra, si dice … che ci fosse anche il lancio di una rivista😉

18 Risposte to “La pizza in riva al mare”

  1. Fabri, menzione d’onore a un certo giovane Cioffi che ha animato la serata con scemenze assortite🙂
    P.S.: Mi mandi le foto fatte in barca?

  2. quale rivista??? :)))

    Attendo fremente e nel frattempo mi impegno a rosicare come una biscia per questo e per i prossimi giorni 😀

    Scherzo, anzi, sono felice almeno di leggere i vostri racconti….. (PS. ci sono due tipe sospette nella seconda foto del post……)

  3. Le collane di Lydia🙂
    sbav sbav e sigh sigh, non saprei dire altro…

  4. Hai barato, quella foto è stata scattata alle axidie, non al bikini, la collana che avevo messo per la serata di Cortese era più bella!!!

  5. vorrei portare un famoso pizzaiolo svizzero al prossimo evento. esperto della piazza zurighese, famosa in tutto il mondo, con luganiga, uova sode, e crauti. vedo dalle foto che anche la nobiltà del luogo era presente

  6. Quest’uomo vuol proprio fare una brutta fine

  7. Maurizio Cortese Says:

    bella serata e grazie per il “deus ex machina” che declinerei con il plurale “dei”…..con Elisia e Stefano in prima linea, senza dimenticare Fabio Cremonesi, muglierema, l’incredibile ospitalità di Giorgio Scarselli, insomma una serata proprio “Lydia style”🙂

  8. che mneraviglia!! Tutta insieme così quella pizza fa venire fame..
    Bella iniziativa! non ne sapevo nulla!

  9. Signore e Signori il mio compagno di viaggio si e’ piazzato con post turbo! Bello conciso preciso, e con verve niente male, colgo l’ulteriore piazza mediatica per ringraziare il mai domo Maurizio e di rifare i complimenti alla famiglia Scarselli.

  10. Hai ragione … “sciapò” anche a loro!

  11. grazie Fabri, di tutto. E soprattutto di avermi ricordato la lingua di Bonci…

  12. uno dei momenti più divertenti di tutta questa maratona

  13. Maurizio caro, tu sei troppo buono con me!!

  14. fratellicaponi Says:

    un colpo al cuore: alle nove del mattino.
    (e ho detto tutto (vedi Peppino de Filippo))

  15. Non vedo l’ora di mangiarlo. Il pizzaiolo zurighese, s’intende. Fatto in porchetta.

  16. Tu mar’ mari’ è più divertente😀

  17. Confesso che stavo per scrivere Lydia Style ….

  18. Caro Fabri è stato un grande piacere conoscerti!
    …e sono sicuro che ci incontreremo ancora🙂
    a presto

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: