Svuotafrigo #5 – I risoni del rombo

Sembrerà difficile realizzare uno svuotafrigo ai primi di Settembre, quando di solito c’è il deserto nel frigo. In realtà, qualche pezzetto duro in fondo al freezer lo si trova sempre e così l’altro giorno mi sono improvvisamente ricordato del rombo che avevo sfilettato prima delle vacanze estive, e del quale avevo conservato in freezer i risoni. Poi avevo alcuni  souvenir gastronomici ed un broccolo che languiva in frigo …

Trofie ai risoni di rombo e bottarga, fondo di broccoli

I risoni sono la parte del rombo verso i bordi, al di sopra dei filetti; non sono la parte più pregiata del pesce e sono anche un po’ grassi – ma sempre di grassi di pesce si tratta. Per questo motivo non vengono serviti insieme ai filetti.

Ho realizzato un fondo di broccoli cuocendoli a vapore, passandoli poi al minipimer, con un filo d’olio e regolando di sale. Si può portare la purea alla giusta consistenza utilizzando un paio di cucchiai dell’acqua di cottura. Ho fatto poi saltare rapidamente in padella i risoni con un filo d’olio ed uno spicchio d’aglio in camicia.

Ho scolato al dente le trofie – primo souvenir gastronomico ligure – facendole saltare in padella, nei risoni, dopo aver eliminato l’aglio. In un piatto ho messo un mestolo di fondo di broccoli e con l’aiuto di un coppapasta, le trofie, con un’abbondante grattugiata di bottarga di muggine – l’altro souvenir gastronomico sardo.

Davvero notevole … la pacca sulla spalla me la do da solo ;o)

Il sommelier di Callmewine consiglia:

Si tratta di un piatto che, grazie al pesce, alle verdure e alla pasta, ha un spiccata tendenza dolce che va abbinata ad un vino fresco e sapido. L’elemento più importante da tenere in considerazione durante l’abbinamento è la delicatezza del pesce, ma in questo piatto sono presenti anche i broccoli, che con il loro aroma caratteristico vanno abbinati a vini bianchi o rosè, che siano morbidi ed abbastanza persistenti. Il vino dev’essere fruttato o floreale e possibilmente non erbaceo (come il Sauvignon) per non esacerbare il sapore “verde” del piatto.

Ideale l’abbinamento con falanghina o Inzolia

5 Risposte to “Svuotafrigo #5 – I risoni del rombo”

  1. Qualora volessi cucinare degli ‘avanzi’ anche per me sappi che non mi offendo mica…anzi!!!😛 ehehehehe
    “Minchia…” ecco cosa ho detto pensando che la base erano appunto i fondi di un frigo…sorry per il francesismo😛
    Complimenti…

  2. Il tuo frigo riserva degli ottimi avanzi, complimenti 😉

  3. Confesso che lo svuotafrigo – a livelli medio alti (niente vaschetta del pesto da svuotare, per intenderci) è uno dei miei sport preferiti … mi intriga assaje

  4. Pensavo di fare un post sul contenuto “medio” del mio frigo😀

  5. e che avanzi!
    io ho solo del banale salmone ikea🙂
    ma quant’ si chic!

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: