La tagliatella del 2

E’ incerdibile quanto sia semplice diventare monomaniaci; sto parlando dell’appuntamento del 2 Gennaio. Insomma, 2 post di seguito sull’esiguo pranzetto del secondo giorno dell’anno, non è che fanno una “rubrica”. O si?! Beh, nel dubbio, le 2 puntate precedenti sono qui e qua. Tranquilli; si tratta solo di un post l’anno.

Beh, la sfida di questo particolare giorno dell’anno è industriarsi in un piatto decente avendo a disposizione: 1) il frigo semivuoto 2) tantissimi avanzi dal cenone 3) voglia ze-ro.

Quest’anno ci si mette anche il giocattolino ricevuto al compleanno, ovvero la sfogliatrice del kenwood con cui, nel pomeriggio del 1 Gennaio, non avendo di meglio da fare, ho tirato delle tagliatelle.

E nella cernita delle “mummie” da freezer, viene fuori un bel pezzetto di burro alle erbe fini – burro ammorbidito e arricchito con un trito fine di timo, maggiorana, prezzemolo, rosmarino, erba cipollina (tutte dal terrazzo) – creato tempo fa per un risottino. Cosa chiedere di meglio? Una veloce mantecatura, macinata di pepe multicolore  e neanche il parmigiano, per gustare appieno gli odori e profumi di questo semplicissimo piatto di lusso.

E mi sa che davvero il 2012 sarà l’anno all’insegna del LESS IS MORE … per cui, iniziamo subito a metterlo in pratica e buon anno a tutti.

I commenti sono chiusi.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: